Pizza Margherita: Storia della Pinsa Romana - Pizza Margherita L'Oasi della Pinsa Romana

Vai ai contenuti

Menu principale:

Pizza Margherita: Storia della Pinsa Romana

La Pinsa Romana

Storia della Pinsa®, il dono degli dei: viaggio tra antica tradizione e modernità


La Pinsa Romana nasce dalla riscoperta di una ricetta dell’Antica Roma Imperiale, riveduta, dopo un percorso di studi e approfondimenti, con ingredienti e tecniche di manipolazione moderne.
Ai tempi dell’Antica Roma, le popolazioni contadine fuori le mura, realizzavano delle focaccine, che venivano utilizzate come piatti su cui appoggiare le vivande, che chiamavano "mensa" e che costituivano un prestigioso dono da offrire agli dei.
Il termine "Pinsa" è stato coniato ai nostri giorni e deriva dal latino Pinsere, allungare-schiacciare, ed è proprio la caratteristica forma ovale una delle note distintive di questo fantastico prodotto.
All’epoca dell’Antica Roma imperiale, nell’impasto si utilizzavano i cereali allora conosciuti, come il miglio, l’orzo, l’avena e piu’ tardi anche il farro, con l’aggiunta di sale ed erbe aromatiche. La ricetta classica nel corso dei secoli ha subito diverse rivisitazioni, fino ad arrivare ai giorni nostri, in cui alcuni classici cereali sono stati sostituiti con la soia, che dona fragranza e  il riso, vera rivoluzione nel campo della pizza, grazie alla sua qualità di assorbimento dell’acqua e alla sua digeribilità, ottenendo un prodotto praticamente perfetto per ogni palato, anche per chi ha difficoltà a digerire la classica pizza.

Possiamo concludere quindi che la Pinsa Romana è la vera pizza di roma!


La Pinsa® Romana è:

  • di forma ovale

  • fragrante: base e bordo croccante, interno morbido e fragrante! Una nuvola di pizza dal sapore di pane antico.

  • Altamente digeribile: grazie alla lunga maturazione dell’impasto, lavorato con la tecnica del freddo, e all’alta idratazione.

  • Ipocalorica e Ipolipidica: grazie all’inserimento di farina di soia e farina di riso accanto al frumento e grazie all’alto contento di acqua e al bassissimo uso d’olio extravergine di oliva nell’impasto, la Pinsa si differenzia dalla classica pizza per un piu’ basso contenuto di calorie e di grassi.



Quindi la Pinsa è un prodotto
leggero, digeribile, fragrante, ipolipidico, ipocalorico, ogm free.. e per giunta buonissimo e delicato al palato!


Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu